giovedì 15 giugno 2017

ipossia

e mi costringo a sorriderci al fumo della mia sigaretta
alla cenere che come me cade ovunque tranne dove dovrebbe
e mi costringo a sorriderci all'inevitabilità delle stronzate così logiche
alla morte che mi circonda come effetto di una causa che chiamo colpa
e mi costringo a sorriderci alla mia stupida responsabilità del mondo
alla mia bocca storta di denti stanchi

sabato 29 aprile 2017

tralacrimazione

e alla notizia

ho avvertito l'universo riassestarsi

ho visto la bolla della livella spostarsi sullo zenit

ho sentito l'aria cambiare tessitura

ho capito la precisione di quella parola:
il corpo che diventa terra irrigata da lacrime risignificate

mercoledì 29 marzo 2017

dita

io sono di carne
anche se non esisto
le mie dita sanguinano
mentre mangio pellicine
che morso a morso diventano pelle a me inutile

io sono una persona
non il personaggio di un libro
le mie dita tremano
mentre pigio sui tasti lettere
che poco a poco diventano parole a me vietate

sabato 4 marzo 2017

lavoro

mi pago il tempo per pensare
prostituendo le mie parole
la differenza è negli occhi chiusi
degli altri
nell’archivio per categorie dove
gli esseri umani
rielaborano graficamente
le proprie piccole paure
sotto grandi etichette

venerdì 3 febbraio 2017

Perdere

Mi cadono le lacrime
le perdo per strada
provo a raccoglierle
mucchietti di sfere viscide
ma scivolano dalle mani
e rotolano via.

domenica 22 gennaio 2017

mancamento

il corpo ti confonde
la sua strategia di agnizione
un carico di immondizia
svuotato in una discarica già piena

ciò che volevi lasciarti alla spalle
lo vomiti
perché lo avevi inghiottito senza digerirlo

ciò che non volevi vedere
si impone
perché scappavi correndo in cerchio

martedì 3 gennaio 2017

Illusioni

Le (mie) illusioni
anoressiche
si nutrono di poco
sentendosi invincibili
quando deboli
allo specchio
vedendosi grasse
si illudono di se stesse.

venerdì 30 dicembre 2016

trottole

chi dice di non capire la poesia
non capisce che la poesia
non ha bisogno di essere capita
come non si pretende di capire una medicina
quando si capisce che una medicina ci sta curando

sabato 10 dicembre 2016

Stanze vuote

Una lampadina
a risparmio energetico.
Accesa /Spenta.

In attesa del buio
per essere usata.
Il buio a volte arriva.

Più spesso
il dito distratto
l'accende per sbaglio.

Misera lampadina grata
a illuminare
stanze vuote.

domenica 27 novembre 2016

obesi di tempo

ingurgitiamo il presente
senza respiro tra un boccone e l'altro
terrorizzati fino a morire
obesi di tempo